Divisione Calcio a 5 Official Website Stagione 2016-2017
05/11/2016 News dalle sedi

I sardi volano in Emilia: con la F.lli Bari è un altro scontro diretto

Il Cagliari Futsal vola in Emila per un’altro scontro diretto, questa volta contro la F.lli Bari Rewind. Dopo il bel risultato interno contro Ciampino (2-0) per i ragazzi di mister Chicco Cocco si presenta una sfida dalle mille insidie. Gli emiliani sono reduci, infatti, dalla buona vittoria contro Aosta che li rilancia in classifica dopo un avvio di stagione difficile. I padroni di casa cercheranno conferme proprio contro i rossoblu per avvicinarli in classifica. Il Cagliari dalla sua cerca invece di trovare continuità proprio dopo due risultati utili consecutivi in casa contro due dirette concorrenti per la salvezza: Capitolina e Ciampino. E dunque il match di sabato (inizio ore 16) potrebbe rappresentare uno spartiacque nella stagione rossoblu che proveranno l’allungo proprio nelle sfide salvezza. Se gli umori delle due squadre sono simili, la classifica mostra segni opposti per le due compagini. E se per F.lli Bari Rewind è tempo di mettere ordine a una difesa che scricchiola (31 gol subiti e seconda peggiore in campionato), dall’altre il Cagliari ha tutt’altri problemi. Bene la difesa (terza migliore con 14 gol subiti), ma l’attacco è ancora da assestare, il peggiore in A2 con soli 12 gol all’attivo. Dunque sarà una sfida da prendere con le pinze per i rossoblu che vanno a Reggio Emilia con l’organico al completo e pronto per affrontare la fine del tour de force che ha visto i rossoblu impegnati 3 volte in poco più di una settimana. Un filotto di partite che potrebbe pesare nelle gambe dei ragazzi di mister Cocco anche se c’è chi è sicuro che la tenuta atletica sarà delle migliori. Alberto Mascia, preparatore atletico rossoblu, è uno dei componenti del team che lavora dietro le quinte, un lavoro prezioso e fondamentale per un Cagliari all’assalto dei tre punti.

Terza gara in pochi giorni. Come stanno i ragazzi? 
Dal punto di vista atletico stanno bene. Quando le partite sono così ravvicinate si lavora diversamente soprattutto con turni di lavoro di scarico per essere pronti il prima possibile. In situazioni del genere si deve recuperare in fretta. Ma come sempre abbiamo lavorato in stretta connessione con il mister e i ragazzi per unire la tattica al lavoro defaticante. 

Dopo 6 partite dall’inizio del campionato come ti sembra l’amalgama del gruppo?
Direi siamo a buon punto. Il mister e i ragazzi sono molto professionali e si lavora molto. C’è voglia da parte di tutti di sacrificio e questo perché è un gruppo di lavoratori. Si preparano le partite con grande intensità e sul campo si sta iniziando anche a vedere i frutti del lavoro tecnico, tattico e fisico. 

E poi il campionato è molto difficile con un livello qualitativo elevato.
Si, sarà necessario continuare così per raggiungere i nostri obiettivi ma fin ora la condizione è buona e lavoriamo per raggiungere una salvezza tranquilla, per ora. In tutte le partite fatte fino a oggi abbiamo dimostrato di essere all’altezza e abbiamo tenuto testa a tutti, anche contro squadre attrezzate e che possono permettersi rotazioni ampie anche di 10 giocatori. Ce la siamo sempre giocata contro tutti e continueremo a farlo. 

Con i ragazzi nuovi avete fatto un lavoro diverso?
No. Il lavoro è in stretta sinergia tra parte tecnica e fisica. Il gruppo è nuovo e abbiamo fatto un lavoro in funzione del gioco e quindi a stretto contatto con i dettami del mister in una preparazione tattica e fisico-atletica coordinata. E poi per me questo è il quinto anno con Chicco e ormai abbiamo un feeling molto forte che, insieme, stiamo cercando di trasmettere ai ragazzi abbattendo le barriere classiche tra staff e squadra. Siamo un bel gruppo in campo e fuori.

E gli avversari?
Sono una squadra pericolosa perché affamata. In casa loro ci renderà la vita difficile e per questo speriamo di affrontarli con la stessa cattiveria messa in campo nelle precedenti gare. I punti in casa o in trasferta sono uguali e sappiamo che loro sono una diretta concorrente per il nostor primo obiettivo. Tolto il filotto di squadre di primi piano adesso affrontiamo quelle più alla nostra portata e se i punti non valgono doppio, poco ci manca.

Cosa ti aspetti da questa stagione?
A livello personale mi auguro di continuare a vedere crescere i ragazzi, soprattutto quelli giovani e i sardi. Già dallo scorso anno abbiamo gettato le basi per un Cagliari che torni a essere quello che tutti conoscono. È stato importante l’apporto degli stranieri ma il Cagliari non può prescindere da uno zoccolo duro fatto di giocatori sardi, così come è sempre stato. Sono contento della crescita di Dessì, Murru, Piaz, Costa e Mura e sono convinto che avranno presto un ruolo di primissimo piano. Poi arriveranno gli altri giovani che si inseriranno presto con il lavoro e la dedizione. 


Ufficio stampa Cagliari Futsal

Figc - Lnd - Divisione Calcio a 5

Piazzale Flaminio, 9 - 00196 Roma - Tel. 06.32822601

Mail: calcio5@figc.it - Mail Attività Gare: calcio5.gare@figc.it

All Rights are Reserved ® 2010